La nostra gente / La Cooperativa Agricola Sant'Orsola

Nei reparti frutta e verdura dei supermercati italiani ed esteri si trovano i colorati cestini con i "piccoli frutti Sant'Orsola". Chissà quanti si saranno chiesti la provenienza. La risposta è semplice, come la loro storia.

Erano gli anni '70 quando, nella nostra valle, precisamente nel comune di Sant’Orsola Terme, un gruppo di giovani decise di attivarsi per valorizzare quei piccoli appezzamenti di terreno posti tra i 700 e i 1.400 m slm. abitualmente coltivati a cereali, a ortaggi o semplicemente abbandonati all’avanzamento del bosco. Viste le proprietà del terreno e del clima particolarmente favorevoli alla crescita spontanea di piccoli frutti selvatici, il gruppo di lavoro ha dato inizio alla coltivazione di fragole, lamponi, more, mirtilli, ribes e ciliegie. Nel’75 viene fondata la Cooperativa Agricola Sant'Orsola con un punto comune di raccolta, di lavorazione e di spedizione della frutta.

Negli anni '90, il Consorzio di Miglioramento Fondiario presente in valle avvia un progetto per la gestione dell’acqua necessaria ad l’irrigare i campi evitando l’allacciamento all’acquedotto potabile pubblico. Da una sorgente sita ai piedi del Monte Fravort nel Comune di Fierozzo Vlarötz viene realizzato un impianto di raccolta d’acqua. La rete idraulica parte da monte (sinistra orografica) si dirige verso valle per poi risalire in direzione Sant’Orsola (destra orografica) e successivamente diramarsi fino ai confini comunali di Viarago.

Nel’96 la Cooperativa Agricola Sant'Orsola viene riconosciuta dalla Comunità Europea "Organizzazione di Produttori”.
Il mercato dei piccoli frutti è in continua espansione. Nel nuovo millennio la crescente e continua domanda di frutta favorisce l’ingresso nella Cooperativa di nuovi soci provenienti dalla Calabria, dal Veneto, dal Piemonte, dalla Campania e dalla Toscana.
Oltre alla frutta fresca l’azienda si specializza nella produzione di prodotti trasformati come composte e sciroppi e si propone al pubblico con un proprio punto vendita.

Quarant’anni fa l’intuizione di quel gruppo vinse contro l’esodo verso la città ed il conseguente spopolamento della valle. Oggi la Cooperativa Piccoli Frutti Sant’Orsola è un'importanti realtà per l'economia di questo piccolo territorio ed un modello d’imprenditoria agricola virtuoso esportato in molte altre valli alpine.